Molte malattie  si curano cambiando alimentazione !

La quale deve essere alcalina, cioè anti acido.

Con la cottura, molte valenze alcaline vanno perdute.

Il crudo, quindi , è adatto nelle malattie in cui è necessario rendere alcalino l' organismo.

diete

ATTENZIONE però alla igiene ! Lavare bene gli alimenti, altrimenti malattie infettive si prendono il sopravvento.

Il nutrizionismo
Tra la conoscenza di quegli elementi chimici che sono alla base della struttura del nostro corpo, del cibo e dell’ecosistema, è possibile riportare in equilibrio tra loro questi elementi, per arrivare ad uno stato di benessere.

BuonConsiglio

Prevenzione..e dieta

Perche la cottura dei cibi è dannosa? 

Quando mangiamo cibo sottoposto a cottura, il nostro contingente di globuli bianchi aumenta  in modo considerevole,  nel tentativo di contrattaccare le sostanze estranee che abbiamo introdotto.

Se assumiamo un veleno o una droga, osserviamo lo stesso tipo di reazione difensiva.
Tutto ciò non accade quando ci nutriamo con del cibo crudo e biologicamente appropriato.

La cottura altera radicalmente la struttura chimica del cibo. Le proteine vengono denaturate . I grassi subiscono ossidazione , e si sviluppano composti chimici potenzialmente dannosi , come  radicali  liberi  ed   idrocarburi   tossici.

Inoltre, secondo il metodo orto-molecolare , è di fondamentale importanza mantenere sempre il pH dell’organismo verso valori basici (pH >7).

Infatti , per far funzionare correttamente le cellule, i tessuti e i fluidi del corpo umano, questo valore deve essere mantenuto stabile e lievemente basico (il pH del sangue è compreso fra 7.39-7.41).

Quindi , nella cura orto-molecolare, conservare la basicità dello organismo significa dare al corpo uno stato di benessere.

La dieta giusta deve essere 80% di tipo alcalina e il 20% di reazione acida.

crudoCotto

Crudo o cotto? .

Nel 1930 il medico svizzero Kautchkoff

presenta al Primo convegno mondiale di microbiologia di Parigi, l'influenza della cottura degli alimenti sulla composizione del sangue umano, che consiste in un forte aumento di globuli bianchi nel caso   di cibi cotti in modo elaborato; un aumento modesto se cotti ed  immediatamente inscatolati e      nullo se crudi.

In pratica gli alimenti cotti fanno reagire il corpo esattamente come ad un'intossicazione alimentare, anche se non ci sono batteri.

E' importante sapere che i globuli bianchi utilizzano gli enzimi per “digerire gli intrusi come i microbi o presenze comunque "inopportune " , ma se gli enzimi ci sono!

E se non ce ne sono a sufficienza, si produce una reazione violenta, per accumulo di sangue, anche nel tentativo di fornire anticorpi alla "battaglia”, cosa che si definisce come reazione istaminica.

Infatti questa avviene spesso su persone che in passato hanno depauperato le loro riserve di enzimi, ad esempio mangiando troppo cotto o troppo zucchero, e che hanno così impoverito le riserve degli enzimi che digeriscono zuccheri e carboidrati.

Una terapia alimentare con soli cibi crudi è prevalentemente di tipo vegetariana. La alimentazione proposta al malato sarà certamente priva di sale.

Questo è uno dei vantaggi del crudismo la mancanza del cloruro di sodio viene sentita molto meno, grazie anche alla abbondanza degli altri sali minerali.

Soprattutto sali alcalini. La ricchezza delle vitamine è maggiore, dato che queste non vengono distrutte dal calore o disperse nella acqua di cottura.